Giornata Internazionale della famiglia

  • -

Giornata Internazionale della famiglia

Category : Attività 2012

15 Maggio 2012

 Incontro – dibattito

TU SEMINI: IO RACCOLGO, Genitori in gamba non si nasce, si diventa
a cura di Eugenio Scardaccione

Locandina famiglia

L’incontro, partendo da una breve presentazione del testo, si propone di affrontare, attraverso domande all’autore, il difficile e controverso rapporto genitori-figli in una società sempre più complessa ed in cerca di modelli; di stimolare una riflessione sul rapporto genitori-figli nel contesto della famiglia odierna tra nuovi e vecchi modelli e sul difficile equilibrio tra spinte sociali ed economiche. Educare significa “aiutare a fare da soli”, come insegnava la Montessori. Al suo terzo libro, dopo i successi di “Tu bocci. Io sboccio” e “Tu secchi. Io fiorisco”, Eugenio Scardaccione ci guida nei meandri difficili della relazione tra genitori e figli nel contesto della famiglia, della scuola, della società Una relazione nella quale si costruisce la pianta di domani, anzi, la si semina, nella certezza che i risultati del raccolto saranno, in futuro, goduti e riservati ad altri. Ma quel che importa per l’autore è che si sappia che “Genitori in gamba non si nasce, si diventa”. Il libro aiuta i genitori a “farcela da soli”, ad essere coerenti, a scovare energie, a riconoscere potenzialità, ad evitare i facili errori legati al ruolo che si ricopre. Ma, appunto, “fare da soli” per un genitore significa sapere, in autonomia e piena coscienza, decidere di essere, vivere, crescere, cambiare, gioire, piangere, indignarsi, esaltarsi con gli altri. Altri che non sono solo la famiglia, ma la comunità locale, la società , la cultura, il mondo.La consapevolezza che il confronto aperto e serrato con altri genitori è utile e fa bene. Le riflessioni del volume, dunque, aiutano a saper stare ben “da soli” senza mai dimenticare gli altri. A partire dagli altri più significativi – perché in essi abbiamo investito in energie ed emozioni- e più generosi – perché basta un solo loro abbraccio per recuperare tutto l’investimento con gli interessi.  A partire, cioè, dai nostri figli. Il testo non ha pretese prescrittive e moralistiche, né vuol essere un manuale di genitorialità. Piuttosto, un’occasione importante per “fermarsi a pensare, riflettere, emozionarsi” nel ricordare che essere genitori è un mestiere difficile ma anche avvincente. 

 

 

Eugenio Scardaccione (per tutti, amichevolmente, Gegè) è nato ad Aliano (MT), nella misteriosa ed incantevole terra lucana dei calanchi descritta da Carlo Levi. Risiede a Bari, dove è dirigente scolastico. Autore anche di “Tu bocci. Io sboccio” (la Meridiana, Molfetta 2004) e “Tu secchi. Io fiorisco” (Progedit, Bari 2006).


Eventi

  • 8 aprile 2016 – Cassano scienza
    N/A, Eventi
  • 24 aprile 2016 – Escursione sul promontorio del Gargano
    N/A, Eventi
  • 23 giugno 2017 – 23 giugno La FICLU a parigi..incontro con Irina Bukova
    N/A, Eventi
Associati a CLUB per l'UNESCO